La codifica dei trasmettitori

Ciascun trasmettitore, affinchè possa essere identificato in modo univoco nel sistema Cospas Sarst viene contraddistinto da un codice esadecimale a 15 cifre generato dalla combinazione di parametri di identificazione, da acquisire preliminarmente alle operazioni di codifica. In funzione del tipo di trasmettitore, gli identificativi che vengono utilizzati sono:

EPIRB

247 (Codice Paese per l'Italia) + MMSI
247 (Codice Paese per l'Italia) + Nominativo Internazionale

MMSI:
rilasciato dall'Ispettorato Territoriale del Ministero delle Comunicazioni del capoluogo di Regione ove l'imbarcazione è iscritta ovvero, in mancanza di iscrizione, presso l'Ispettorato Territoriale della regione, residenza del proprietario dell'unità. Le sedi e i recapiti dei competenti Ispettorati Territoriali sono reperibili al seguente link: Ispettorati Territoriali

NOMINATIVO INTERNAZIONALE:
da richiedere alla Capitaneria di Porto o Ufficio Circondariale Marittimo di iscrizione dell'unità.

ELT

247 (Codice Paese per l'Italia) + 24 Bit Address
247 (Codice Paese per l'Italia) + Marche di Registrazione

24 BIT ADDRESS: rilasciato dall'Ufficio Registro Aeromobili dell'Ente Nazionale Aviazione Civile – Istruzioni Enac

MARCHE DI REGISTRAZIONE : rilasciato dall'Ufficio Registro Aeromobili dell'Ente Nazionale Aviazione Civile – Istruzioni Enac

PLB

247 (Codice Paese per l'Italia) + Numero Seriale

NUMERO SERIALE: rilasciato dal Produttore del trasmettitore.


Dalla codifica dei predetti parametri viene generato il codice esadecimale,  i cui primi tre caratteri, per i trasmettitori italiani,  saranno 1EE o 9EE.